Pasticcini di sablè con cioccolata bianca!

Pasticcini belli e facili da realizzare, che altro volere di più?
Adoro la pasta sablè perchè facile da realizzare, veloce e molto maneggevole, indubbiamente molto burrosa ma estremamente golosa!

Ingredienti:
500 gr di farina 00
300 gr di burro freddo di frigorifero
200 gr di zucchero a velo vanigliato (oppure no se lo preferite)
200 gr di cioccolata bianca
4 tuorli di uova medie, da allevamento a terra
aroma a piacere tra: scorza grattugiata di un limone, di un'arancia o un cucchiaino di estratto di vaniglia (di gran lunga preferibile alla classica bustina di vanillina chimica)
colorante alimentare in gel rosa e rosso

Procedimento:
Tagliare il burro (freddo, preso direttamente dal frigorifero) a pezzetti ed unirlo alla farina in una ciotola capiente se lo si vuole lavorare a mano o nella coppa della planetaria per fare prima (utilizzando l'accessorio a forma di foglia o K).
Lavorarlo sino ad ottenere un composto sabbioso (da qui il nome Sablè) aggiungervi l'aroma scelto quindi lo zucchero e tutti i tuorli.
Riprendere a lavorare (a mano o nella planetaria) sino a quando si otterrà un bel panetto liscio; non scoraggiarsi se all'inizio sembrerà non amalgamarsi nulla, è una cosa normale data la consistenza simile alla "sabbia" ma continuare fiduciosi.
Quando ottenuto un panetto dalla consistenza omogenea e liscia, dividerlo in due metà.
In una delle due aggiungere il colorante rosa mentre nell'altra quello rosso, per la dosa fare ad occhio in base a quanto volete più o meno decise le tonalità (considerando che in cottura un poco si sbiadiscono).
Riprendere ad impastare separatamente entrambi i panetti.
Farli riposare nel frigorifero, avvolti in pellicola trasparente per alimenti, per almeno una mezz'ora.
Una decina di minuti prima di utilizzarli, accendere il forno, regolandolo con le caratteristiche del proprio, nel mio caso elettrico con funzione statico a temperatura 160°/170°.
Riprendere i panetti dal frigorifero e stenderli col mattarello sul tavolo da lavoro.
Se la consistenza sarà riuscita a dovere, non occorrerà nemmeno infarinare, altrimenti se necessario, cospargere con un poco di farina ogni volta in cui ve ne sia bisogno.
Per l'altezza dei pasticcini regolarsi a piacimento, io li faccio abbastanza altini in modo che in cottura non si secchino, quindi direi mezzo centimetro buono.
Sistemarli distanziandoli fra loro, su una placca rivestita di carta da forno o di un tappetino in silicone e quando raggiunta la temperatura, infornarli.
Cuocerli senza farli scurire nè dorare troppo, anzi dovranno rimanere abbastanza chiari, nel mio caso di solito intorno ai 15 minuti circa, anche meno nelle ultime infornate in cui il forno è accesso già da tempo e quindi bello caldo.
Mano a mano che si sfornano, sistemarli su una gratella per farli raffreddare completamente in attesa della decorazione.

Decorazione:
Sciogliere la cioccolata bianca a bagnomaria o nel forno a microonde in una terrina selezionando un paio di minuti.
In questo secondo caso, aprire lo sportello fermando la cottura ogni 30 secondi circa per girare con un cucchiaio il cioccolato quindi richiudere e far ripartire, fare così sino al completo scioglimento.
Intingere i pasticcini uno alla volta, fino a ricoprire la metà della superficie di ognuno.
Posizionarli nuovamente sulla gratella avendo cura di porre al di sotto, un foglio di carta forno o un vassoio in modo che se dovessero sgocciolare un poco, l'eccesso di cioccolato andrebbe lì.
Farli raffreddare a temperatura ambiente ma in luogo fresco o per accelerare i tempi anche nel frigorifero.
Si conservano freschi e fragranti, in scatola di latta o di plastica per alimenti, anche per diversi giorni.

La Barba variante:
Si può utilizzare anche la cioccolata fondente al posto di quella bianca se piace e cambiare forma ai pasticcini, anzichè a cuore come li ho fatti io.
Inoltre si possono realizzare dei colori che si preferiscono, basterà comprare coloranti diversi oppure anche lasciare l'impasto al naturale.

Nessun commento:

Posta un commento