martedì 27 settembre 2016

Parmigiana di melanzane grigliate!

Era da molto che volevo fare la Parmigiana di melanzane ma non la classica friggendole, bensì la versione più light, quindi grigliandole.
Spazzolata per cena una bella porzione a testa, è stato un ottimo pasto completo e poichè essendo noi in due, è avanzata metà della teglia che ho provveduto a congelare in freezer per gustarla nuovamente più in là!


Ingredienti per una teglia rettangolare di dimensioni 28 cm x 26 cm, 3 cm di altezza:
2 melanzane oblunghe grandi
1 lattina grande di pomodori pelati
1 decina di pomodorini pachino
2 mozzarelle piccole
1 decina di fettine sottili di provolone dolce
sale fino q.b
olio di semi di girasole q.b.
olio evo q.b.
1 cucchiaino di zucchero
1 carota piccola
1 costa piccola di sedano
1/2 scalogno piccolo
4/5 foglie di basilico fresco
1 mazzetto di prezzemolo fresco
Parmigiano Reggiano in abbondanza!

Procedimento:
Mettere a scaldare sul fornello a fiamma medio/alta, una bistecchiera antiaderente (di quelle per grigliare quindi con fondo non piatto).
Nel frattempo lavare ed asciugare le melanzane, tagliarle a fettine nel senso della lunghezza non molto spesse e grigliarle su ambo i lati.
Una volta terminata la grigliatura, farle raffreddare e preparare intanto il sugo.
In un tegame mettere a soffriggere in un fondo di olio di girasole, un trito di carota, sedano e scalogno, far imbiondire quest'ultimo quindi versarvi i pelati schiacciandoli con le mani ed i pachino tagliati a pezzetti, aggiungere un cucchiaino di zucchero per eliminare l'acidità dei pomodori.
Cuocere sino a quando il sugo diventerà abbastanza denso e verso fine cottura salare.
Ricoprire il fondo di una teglia da forno, con del sugo quindi alternare melanzane, fettine di mozzarella e di provolone e cospargere con parmigiano, ricoprire il tutto con il sugo e ricominciare l'alternanza di ingredienti.
Sull'ultimo strato che dovrà essere di melanzane, versare basilico e prezzemolo tritati e cospargere con abbondante parmigiano ed un filo di olio evo.


giovedì 22 settembre 2016

Torta pannosa con crema al limone e macedonia!

Questa torta l'ho fatta per la mia sorella che si soprannomina Milady e così ho pensato di riprodurre la scritta col cioccolato fondente.
Risale addirittura allo scorso anno, ma ricordo che era davvero buona e cosa importante, a lei piacque moltissimo!


Ingredienti per il Pan di Spagna di diametro 24 cm:
3 uova medie intere
115 gr di zucchero
115 gr di farina 00 setacciata
1 puntina di lievito (la punta di un cucchiaino)

Procedimento:
Accendere subito il forno regolandosi con le caratteristiche del proprio (nel nostro caso 170° forno elettrico statico tutto ventilato, il pan di spagna verrà messo a cuocere in uno stampo sulla seconda griglia partendo dal basso).
In una ciotola sbattere per 15-20 minuti con le frustine elettriche lo zucchero con le uova.
Alla fine di questo tempo, il composto dovrà risultare molto spumoso.
Aggiungere poco per volta tutta la farina setacciata ed incorporarla assieme al lievito
per bene con una spatola con movimenti dal basso verso l'alto, molto delicatamente fino al completo assorbimento.
Versare il composto in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato ed infornarlo in forno già caldo per 45 minuti circa.
Farlo raffreddare completamente prima di prelevarlo dallo stampo.


Ingredienti per la Crema pasticcera al limone:
125 gr di zucchero semolato
3 tuorli medi
60 gr di farina 00 setacciata
500 ml di latte
4 scorze di un limone grande

Preparazione: 
In un pentolino antiaderente versare il latte ed aggiungere le scorze del limone facendo attenzione a non prelevare anche la parte bianca del limone che risulta amara.
Accendere il gas a fiamma moderata, lasciare scaldare il latte e nel frattempo in una ciotola mescolare con le frustine elettriche i tuorli con lo zucchero ottenendo un composto omogeneo, aggiungere sempre mescolando, la farina setacciata.
Una volta ottenuto un composto senza grumi, versarlo a filo nel pentolino del latte già caldo con un mestolo di legno o una frustina in silicone e mescolare bene girando sempre fino a quando la crema non si sarà addensata per bene.
Quando fredda togliere le scorze del limone.

Ingredienti per la farcia e la decorazione:
1 lattina di macedonia sciroppata
ciliegie candite 
ananas sciroppate
liquore Alchermes
liquore Limoncello (fatto in casa da mia mamma, per la ricetta cliccare qui)
sciroppo delle ananas 
sciroppo della macedonia
500 ml di panna da montare (meglio se fresca)
150 gr di cioccolata fondente 

Farcia e decorazione:
Eliminare eventuali asperità dal pan di spagna quindi tagliarlo in due metà e porre quella che fa da base, sul piatto da portata.
Con dosi a scelta di Limoncello, i due sciroppi e l'Alchermes mescolati assieme in una ciotolina, bagnare la base quindi versarci sopra uno strato generoso di crema, non facendola fuoriuscire dai bordi.
Cospargere con la macedonia scolata ed asciugata precedentemente quindi bagnare anche il secondo disco dalla parte interna e ricomporre la torta.
Montare molto soda la panna, ricoprire l'intero dolce livellando il tutto per bene.
Decorare con la restante panna, con le ciliegie candite e le ananas anch'esse sgocciolate ed asciugate.
Conservare la torta in frigorifero e nel frattempo formare le lettere della scritta.
Sciogliere al microonde o a bagnomaria, il cioccolato fondente quindi versarlo tiepido in una sac a poche con beccuccio tondo piccolo formare le scritte ed i cuori direttamente su un tappetino in silicone o su un foglio di carta da forno.
Farli solidificare dapprima a temperatura ambiente in luogo fresco poi passarli in frigorifero ed in freezer giusto una decina di minuti prima applicarli sulla torta.

martedì 20 settembre 2016

Crostatine di frolla all'olio, con mandorle e confettura di fragole!

La frolla all'olio...che delizia!
Sembra cosa strana per me così scettica la prima volta in cui la provai ed invece fu amore a primo esperimento!!!
Da quel giorno non l'ho più abbandonata in quanto leggera ma golosa, come piace a me.

Ingredienti:
380 gr di farina 00
50 gr di fecola
200 gr di zucchero di canna
100 ml di olio di oliva o di semi
3 uova medie
1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
la scorza grattugiata di un limone grande
1 bustina di vanillina
granella di mandorle q.b.
confettura di fragole q.b.

Procedimento:
In una ciotola capiente o sul proprio tavolo da lavoro, formare una fontana con lo zucchero e le farine amalgamando il tutto e nel cui centro andranno messe le uova, l'olio, la scorza grattugiata del limone, la vanillina ed il lievito, impastare quindi come una normale pasta frolla.
Se necessario aggiungere un poco di farina sulle proprie mani mentre la si lavora o direttamente nell'impasto.
Quando ottenuto un bel panetto liscio farlo riposare una quindicina di minuti in frigorifero avvolto in pellicola trasparente per alimenti.
Riprendere il panetto dal frigorifero e mano a mano con parti di esso rivestire gli stampini appositi per crostatine (imburrati ed infarinati precedentemente), quindi bucherellare la pasta frolla qua e là per evitare che si gonfi in cottura.
Cospargere il fondo con la granella di mandorle quindi versare la confettura ed infine decorare con striscioline di pasta, ripetere queste operazioni per tutti gli stampini.
Accendere il forno regolandosi con le caratteristiche del proprio, nel mio caso a 170°, elettrico statico con funzione tutto ventilato e quando raggiunta la temperatura, infornare le crostatine.
Cuocere sino a completa cottura e leggera doratura esterna.

Immagine presa dal web!

giovedì 15 settembre 2016

Torta allo yogurt con le susine del giardino di Nadiuccia!

In un precedente post e precisamente qui, vi ho mostrato la Confettura fatta con le susine del giardino dei genitori della nostra amica Nadiuccia, mentre questa volta il goloso e soffice dolce realizzato con esse.
Ne abbiamo raccolte davvero molte pertanto ho pensato di farne un utilizzo vario per prolungare il piacere derivato dall'averle staccate direttamente dal loro albero!

Ingredienti per uno stampo di diametro 24:
3 uova medie
125 gr di yogurt bianco dolce
300 gr di zucchero semolato
350 gr di farina 00
1 bustina di lievito in polvere per dolci
125 ml di olio di semi di girasole
susine
zucchero a velo

Procedimento:
Accendere subito il forno regolandosi con le caratteristiche del proprio, nel nostro caso 170° forno elettrico statico con funzione tutto ventilato, il dolce verrà messo sulla seconda griglia partendo dal basso.
In una ciotola capiente utilizzando le frustine elettriche sbattere le uova con lo zucchero ed aggiungervi lo yogurt.
Sempre sbattendo aggiungere la farina con il lievito setacciandoli e l'olio di semi quindi sbattere sino ad ottenere un composto senza grumi.
Lavare e sbucciare le susine togliendo anche il nocciolo interno quindi tagliare a pezzetti che andranno messi cospargendoli uniformemente sopra l'impasto.
Versare il composto in uno stampo, infornare e lasciar cuocere sino a completa cottura, nel nostro caso circa 45 minuti.
Lasciar raffreddare prima di spolverizzare con zucchero a velo.


lunedì 12 settembre 2016

Alette di pollo speziate e contorno di patate, cottura in padella!

A Blade quanto piacciono le alette di pollo, di cui è un divoratore seriale...
Diverse volte sua mamma ce le regala sapendo di farci cosa gradita ed eccole qui.
A noi piacciono molto le spezie pertanto ho pensato di cucinarle così.

Ingredienti:
alette di pollo
patate
sale fino
olio di semi di girasole
paprika dolce
paprika affumicata
insaporitore misto per carni
zenzero fresco grattugiato
curry in polvere
curry in crema
pepe nero macinato
vino bianco secco

Procedimento:
In una ciotola mettere le alette di pollo e condirle con tutti gli ingredienti (tranne il vino) in dosi a scelta a seconda del gusto personale.
Sbucciare le patate, tagliarle a fettine o a dadini non troppo grandi metterle in una ciotola e condirle nello stesso modo delle alette.
Attendere 2/3 ore girando di tanto in tanto sia le patate che le alette.
Io preferisco condire le alette e le patate separatamente ed unirle in padella solo dopo che si è insaporito tutto per bene, ma si può anche condirle tutte assieme in un unica ciotola.
Passato il tempo porre il tutto in un tegame largo e basso e cuocere a fuoco medio con coperchio, girando ogni tanto.
Verso fine cottura versare un poco di vino bianco e farlo sfumare quindi servire nei piatti.

Immagine presa dal web!

venerdì 9 settembre 2016

Confettura di Susine dell'albero di Nadiuccia!

Tempo fa durante una bella giornata passata alla casa al mare dei genitori della nostra amica Nadiuccia, abbiamo raccolto tante susine dai loro magnifici alberi.
Che divertimento, soprattutto per me che adoro la natura, aver colto le susine direttamente dall'albero che produce questi magnifici frutti, è stata una fantastica esperienza, con tanto di scala e cesto!
La confezione l'ha fatta il mio Blade, non è bravissimo?

Ingredienti:
1 kg di susine lavate e senza noccioli (noi abbiamo lasciato le bucce)
500 gr di zucchero semolato
1 busta di Fruttapec Cameo, 2:1

Sterilizzazione dei barattoli:
Per prima cosa sterilizzare i vasetti in cui andrà messa la confettura.
Lavarli bene ed anche i coperchi, sotto acqua corrente.
Porli in una pentola e ricoprirli completamente con acqua che andrà portata ad ebollizione.
Lasciarli in ammollo una mezz'ora dopo aver abbassato la fiamma ma dieci minuti prima di prelevarli, inserire nella pentola anche i rispettivi coperchi.
Passato questo tempo, spegnere la fiamma e far raffreddare l'acqua sino a raggiungere la temperatura ambiente.
Prelevare vasetti e coperchi, capovolgere il tutto su un asciughino per farli scolare bene.


Procedimento confettura:
Lavare, sbucciare ed eliminare i noccioli dalle Susine, tagliarle a pezzetti e versarle in una pentola dai bordi alti assieme allo zucchero ed alla busta di Fruttapec.
Accendere il gas a fiamma alta, far arrivare al bollore quindi contare 3 minuti e mescolare di continuo.
Allontanare la pentola dal gas quindi verificare la consistenza della confettura.
Se ancora liquida rimettere la pentola su fuoco e riprendere a mescolare ed a farla bollire sino a quando avrà raggiunto la consistenza desiderata.
Ancora calda versare la confettura nei barattoli, lasciando circa 1/2 cm dal bordo, chiuderli e capovolgerli sino al completo raffreddamento.
Una volta aperti si conservano in frigorifero come le normali confetture.


PS:
Grazie mille Nadiuccia, Simone ed Agata sia per la splendida giornata che per le meraviglie del vostro giardino incantato!

martedì 6 settembre 2016

Torta 40 con Crema Rocher e Crema al limone con macedonia!

Una torta pannosa bi-gusto in modo da far scegliere agli invitati quale parte assaggiare e perchè no anche entrambe se si è golosi o si ha la curiosità!
Il numero quattro racchiude la Crema Rocher, golosa e decisa mentre lo zero è farcito con una Crema al limone, delicata e fruttata grazie alla presenza della macedonia.

Ingredienti per 1 Pan di Spagna rettangolare:
6 uova medie 
225 gr di zucchero semolato
225 gr di farina 00
1 cucchiaino di lievito per dolci

Procedimento:
Accendere subito il forno regolandosi con le caratteristiche del proprio (nel nostro caso 170° forno elettrico statico tutto ventilato, il pan di spagna verrà messo a cuocere in uno stampo sulla seconda griglia partendo dal basso).
In una ciotola sbattere per 15-20 minuti con le frustine elettriche lo zucchero con le uova.
Alla fine di questo tempo, il composto dovrà risultare molto spumoso.
Aggiungere poco per volta tutta la farina setacciata ed incorporarla per bene con una spatola con movimenti dal basso verso l'alto, molto delicatamente fino al completo assorbimento.
Aggiungere il lievito sempre mescolando fino al completo assorbimento.
Versare il composto in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato ed infornarlo in forno già caldo per 45 minuti circa.
Una volta cotto il pan di spagna lasciarlo 5 minuti circa in forno ancora caldo ma spento, poi toglierlo dal forno e farlo raffreddare completamente prima di prelevarlo dallo stampo.
Se necessario eliminare le asperità con un coltello per renderlo liscio.

NB:
Ho fatto due Pan di Spagna rettangolari, uno per volta aspettando che si cuocesse il primo quindi ho preparato ed infornato l'altro.

Ingredienti per la Crema Rocher:
150 ml di panna fresca già zuccherata da montare
200 gr di Nutella
90 gr di wafer alla nocciola
60 gr di nocciole pelate e tostate leggermente in forno

Procedimento:
Montare la panna abbastanza soda quindi aggiungervi la Nutella e mescolare con un cucchiaio delicatamente al fine di farle amalgamare entrambe.
Sbriciolare in un sacchetto i wafer quindi versarli nella crema.
Tritare non troppo finemente ma anzi grossolanamente le nocciole dopo averle tostate in forno con il grill e fatte poi raffreddare bene.
Aggiungere anche queste ultime al composto quindi mescolare con un cucchiaio.

Ingredienti per la Crema al limone:
125 gr di zucchero semolato
3 tuorli medi
60 gr di farina 00 setacciata
500 ml di latte
4 scorze di un limone

Preparazione:
In un pentolino antiaderente versare il latte ed accendere il gas a fiamma moderata, aggiungervi 4 scorze di un limone lavato ed asciugato.
Far scaldare, nel frattempo in una ciotola mescolare con le frustine elettriche i tuorli con lo zucchero ottenendo un composto omogeneo, aggiungere sempre mescolando, la farina setacciata.
Una volta ottenuto un composto senza grumi, versarlo a filo nel pentolino del latte già caldo con un mestolo di legno o una frustina in silicone e mescolare bene girando sempre fino a quando la crema non si sarà addensata per bene.
Togliere le scorze del limone.

Ingredienti per la bagna, la farcia e la decorazione:
latte tiepido
cacao amaro in polvere
1 lattina piccola di macedonia sciroppata, scolata ed asciugata (conservarne lo sciroppo)
liquore Alchermes
Limoncello
sciroppo della macedonia
panna fresca già zuccherata da montare 
altra panna fresca già zuccherata da montare e colorare
colorante alimentare in gel rosa
briciole finissime di colore rosso (ottenute mettendo nel mixer un piccolo dolcetto preparato in precedenza, tipo un plumcake o ciambellone in un cui è stato aggiunto colorante alimentare in gel durante la preparazione) 

Procedimento per la bagna, la farcia e la decorazione:
Tagliare con un coltello i pan di spagna formando un quattro ed uno zero.
Questa operazione l'ha fatta Blade per me, seguendo i contorni dei due numeri che precedentemente aveva ritagliato su fogli di carta A4 e poggiati poi sui Pan di Spagna in modo da essere preciso.
Tagliarli entrambi a metà e porre le basi su un piatto da portata.
Sciogliere il cacao amaro nel latte tiepido e con questa bagna irrorare la base a forma di quattro.
Con un composto di Alchermes, Limoncello e lo sciroppo della macedonia in dosi a scelta, irrorare la base a forma di zero.
Spalmare un generoso strato di Crema Rocher sul numero quattro e fare altrettanto sul numero zero con la Crema al limone, quindi cospargere su quest'ultima la macedonia.
Bagnare anche le altre rispettive metà dei Pan di Spagna dalla parte interna e con esse ricomporre i due numeri.
Montare molto soda la panna ed utilizzarne una parte per ricoprire bene i due numeri mentre con l'altra fare le decorazioni a ciuffetto.
Montare molto soda anche l'altra panna aggiungendovi da subito, il colorante rosa in dosi a scelta sino ad ottenere il colore desiderato.
Quindi passare alle decorazioni con ciuffetti alternando panna bianca con panna rosa e mettendo sulla superficie le briciole finissime rosse non oltrepassando i contorni,
Tenere in frigorifero sino al momento del taglio.


venerdì 2 settembre 2016

Cheese cake Oreo e Buon Compleanno al mio Papà detto Pipo!

Ferrgosto, festa per tutti ma in casa nostra lo è ancor di più in quanto è il Compleanno del mio adorato Papy, detto Pipo...
Soprannome coniato da mia sorella quando eravamo entrambe piccine e rimasto invariato con il passare degli anni!
Per questa Cheese cake mi sono nuovamente affidata a Leyla Farella ed alla sua bravura, potete visionare la sua ricetta qui:
http://blog.giallozafferano.it/dulcisinforno/torta-oreo-fredda-ricetta-senza-cottura/
Ho apportato però mie piccole personali modifiche.


Ingredienti  per la base della Cheese cake, diametro 20 cm, ottenuto con il cerchio estensibile:
20 Oreo
50 gr di burro fuso

Per la farcitura:
250 gr di mascarpone
200 gr di panna fresca da montare non zuccherata
80 gr di formaggio fresco cremoso (Philadelphia nel mio caso)
80 gr di zucchero a velo non vanigliato
crema al latte prelevata dai 26 Oreo totali

Per la copertura:
6 Oreo
200 gr di cioccolato bianco

Procedimento:
Sciogliere il burro sino a renderlo liquido quindi farlo raffreddare a temperatura ambiente.
Aprire i 20 Oreo che servono per la base e prelevare da essi con un coltello, la crema al latte al loro interno quindi metterla in una ciotola capiente.
Mettere i biscotti in un tritatutto e ridurli abbastanza finemente, versarli in una ciotolina quindi aggiungervi il burro fuso e mescolare bene per far amalgamare il tutto.
Sistemare su un piatto da portata il cerchio estensibile quindi versavi dentro il composto di biscotti e burro, appiattendolo uniformemente con le mani o col dorso di un cucchiaio e farlo riposare in frigorifero per una ventina di minuti.
Nel frattempo prelevare la crema al latte anche dei 6 biscotti della copertura ed aggiungerla alla precedente nella ciotola, unirvi il mascarpone, lo zucchero a velo e Philadelphia.
Montare il tutto con le frustine fino a quando il composto sarà bello cremoso.
Aggiungervi la panna dopo averla montata soda e con una spatola mescolare fino al completo assorbimento, versare infine il tutto sopra la base di biscotti e burro fatta in precedenza.
Mettere in frigorifero il dolce.
Tritare molto finemente i 6 biscotti Oreo e dopo 3/4 ore versarli sulla superficie del dolce, stendendoli uniformemente per coprire bene il tutto, quindi rimettere nuovamente la torta in frigorifero.
Preparare le lettere sciogliendo il cioccolato bianco, operazione da me fatta mettendolo in una ciotola nel microonde e precisamente nella Coco Choc che tempo addietro ho ricevuto da una collaborazione con l'azienda Silikomart.
Regolando il timer su 1 minuto e mezzo al massimo della temperatura (800 watt nel mio caso) e girando di tanto in tanto il cioccolato con un cucchiaino, in modo da verificarne la consistenza.
Quando fuso, farlo leggermente raffreddare quindi trasferirlo in una sac a poche con beccuccio tondo piccolo e versare negli stampini appositi per formare le lettere ed i cuori.
Lasciar asciugare i cioccolatini a temperatura ambiente quindi trasferirli in frigorifero.
Togliere i cioccolatini dagli stampini e sistemarli sulla torta il giorno stesso della consumazione.
Tenere la torta in frigorifero sino al momento di servirla.


NB:
Io ho utilizzato il cerchio estensibile regolandolo su 20 cm di apertura.
Per chi non lo avesse, può tranquillamente utilizzare uno stampo con cerchio apribile della misura che preferisce.
Ovviamente più sarà grande il diametro e meno alta verrà la Cheese cake.


lunedì 29 agosto 2016

Torta dei 7 vasetti con le albicocche del giardino di Ros!

La mia amica Ros, con cui spesso pasticcio facendo divertenti e golosi esperimenti culinari, ci ha donato le albicocche magnifiche e golose dell'albero della casa al mare dei suoi genitori.
Regalo da noi più che gradito che ho utilizzato rendendogli onore con un bel dolcetto!


Ingredienti per uno stampo da 24 cm:
1 vasetto di zucchero di canna
1 vasetto di zucchero semolato
2 vasetti di farina 00
1 vasetto di semola rimacinata di grano duro
1 vasetto di olio di semi di girasole
1 vasetto di yogurt all'albicocca da 125 gr
1 bustina di lievito in polvere per dolci
3 uova medie
albicocche q.b.
zenzero fresco q.b.
cannella in polvere q.b.
zucchero a velo non vanigliato q.b.

Procedimento:
Accendere il forno regolandolo in base alle caratteristiche del proprio.
Nel mio caso elettrico statico con funzione tutto ventilato, a 170°.
Sbattere le uova con gli zuccheri e lo yogurt, quindi aggiungervi le farine setacciandole assieme al lievito ed unirvi l'olio continuando a montare.
Ottenuto un composto omogeneo, versarlo in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato quindi dopo aver lavato e tagliato le albicocche a spicchi, disporle ordinatamente a raggiera poggiandole sulla superficie della torta.
Non c'è bisogno di premerle in fondo tanto in cottura scenderanno da sole.
Spolverizzare infine con zenzero fresco grattugiato e cannella in polvere.
Infornare e far cuocere sino a completa cottura interna e doratura esterna.
Quando freddo, prelevare il dolce dallo stampo e metterlo su un piatto da portata.
Spolverizzare ancora con cannella e zenzero fresco ed infine con zucchero a velo.
Grazie mille Ros, Ernesto e Dora per questo regalo "naturale"!

PS:
Per vasetto si intende che come misurino si utilizza appunto il vasetto vuoto dello yogurt da 125 gr.

venerdì 26 agosto 2016

Frittata di spaghetti con olive nere, pachino, zucchine e mozzarella!

Ho palesato varie volte il mio amore per le ricette del riciclo e per le frittate, in ambo i casi possono utilizzare rimanenze di cibi e con esse, creare dei piatti ancora più sfiziosi.
La frittata di pasta poi ricordo di averla assaggiata molti e molti anni fa e da allora mi è rimasta davvero nel cuore!

Ingredienti:
4 uova medie
sale fino
olio di girasole
spaghetti avanzati conditi con pomodori pachino, olive nere denocciolate e zucchine
1 manciata di parmigiano grattugiato
1 mozzarella piccola

Procedimento:
In una ciotola sbattere le uova col sale aggiungendovi gli spaghetti ed il parmigiano e formare un unico composto nel quale andrà messa la mozzarella tagliata a cubetti.
Sul fondo di una padellina antiaderente versare un sottile strato di olio quindi farlo scaldare bene e versarci sopra il composto.
Cuocere sino a doratura su entrambi i lati e servire calda o tiepida.

Immagine presa dal web!

giovedì 18 agosto 2016

Pasta di zucchero facile e golosa!

Ho fatto diverse torte seppur nulla di elaborato, ricoperte con il Marshmallows foundant ovvero la gemella della Pasta di zucchero dove gli unici due ingredienti sono lo zucchero a velo ed i Marshmallows appunto!
Da quando ho imparato però la PDZ, con la fantastica ricetta di Fabiola Calò, ragazza con una grande passione pasticcera ed altrettanta bravura, ho realizzato le ultime torte rivestite, creando appunto questa fantastica Pasta di zucchero, che oltre ad essere ben maneggevole, è altresì buona da mangiare.


Ingredienti per la Pasta di zucchero (PDZ):
900 gr di zucchero a velo
60 ml di acqua di rubinetto
12 gr di colla di pesce
160 ml di sciroppo di glucosio (oppure 80 ml di glucosio ed 80 ml di miele chiaro)
20 gr di burro ammorbidito
10 gr ml di glicerina per dolci
ulteriore zucchero a velo q.b.
coloranti alimentari in gel a piacimento

Procedimento con planetaria:
Mettere la colla di pesce in un pentolino in ammollo nell'acqua per una decina di minuti e nel frattempo versare lo zucchero a velo nella coppa della planetaria.
Quando si sarà ammorbidita mettere il pentolino sul fuoco ed aggiungervi il glucosio girando il tutto fino al completo scioglimento della colla di pesce senza portare ad ebollizione.
Aggiungere il tutto allo zucchero a velo nella coppa della planetaria ed azionarla, facendola lavorare col gancio a velocità bassa, aggiungervi quindi la glicerina ed il burro sempre facendo lavorare.
Quando avrà una consistenza morbida e gli ingredienti saranno diventati omogenei fra loro, prelevare l'impasto e lavorarlo sul proprio tavolo con lo zucchero a velo sino a fargli assumere la forma di un panetto che andrà messo a riposare sino al giorno dopo.
Se lo si vuole colorare lo si può fare da subito utilizzando i coloranti alimentari in gel.
Con uno stuzzicadenti prelevare una piccola quantità di colore ed unirla al centro del panetto appiattito quindi impastarlo bene a mano sino a quando avrà assunto la tonalità desiderata uniforme.
Consiglio i coloranti in gel in quanto pochissima dose è sufficiente per colorare davvero bene.
Se si vogliono vari panetti, prelevare quantità di pdz e colorarle col metodo spiegato sopra.
Avvolgere ogni panetto in pellicola trasparente per alimenti e poi metterli in una busta per alimenti.
Fabiola mi ha consigliato infatti di fare la pdz il giorno prima della realizzazione delle decorazioni.

PS:
Questi i link per visionare sia il MMF che la PDZ e le relative torte.
http://barbapasticcetti.blogspot.it/search/label/Marshmallows%20foundant
http://barbapasticcetti.blogspot.it/search/label/Pasta%20di%20zucchero
http://barbapasticcetti.blogspot.it/search/label/Torte%20ricoperte%20di%20pasta%20di%20zucchero

giovedì 11 agosto 2016

Ghiaccia reale, golosa e bella per decorare i biscotti!

La Ghiaccia reale ho provato a farla tempo fa e con questa ricetta di cui mi rammarico, ma ahimè proprio non ne ricordo la provenienza, non si sbaglia.
L'ho utilizzata già per alcuni pasticcini e sono venuti davvero carini e golosi.


Ingredienti per la glassa (ghiaccia reale):
250 gr di zucchero a velo 
1 albume medio
coloranti alimentari in gel 

Procedimento:
In una ciotola versare lo zucchero a velo e l'albume quindi con le frustine elettriche ottenere un bel composto bianco che dovrà rimanere attaccato alla ciotola se si fa la prova girandola sotto sopra.
Se occorre la Ghiaccia colorata, basterà dividere il composto una volta pronto, in diverse ciotole ed in ognuna aggiungere gocce di colorante mescolando sempre con le frustine elettriche per ottenere il colore desiderato omogeneo. 
Versare poi le glasse in sac a poche differenti e con beccucci a scelta propria e decorare a piacere.


lunedì 8 agosto 2016

Torta fredda (Cheesecake) allo yogurt e mirtilli!

A metà luglio  io e Blade abbiamo festeggiato anche con la mia famiglia, il Compleanno di mia sorella e quest'anno, a causa del troppo caldo che mi toglie le forze, proprio non ce l'ho fatta a preparare una torta pannosa!
Mi sono però affidata alla grande esperienza di una mia amica di blog ovvero
Leyla Farella da cui ho preso la ricetta per realizzare questa golosità veloce e fresca!
Il link per visionare la sua ricetta è a questo indirizzo:
http://blog.giallozafferano.it/dulcisinforno/cheesecake-ai-mirtilli/
personalmente ho apportato qualche piccola modifica.


Ingredienti (per uno stampo con cerchio apribile da 24 cm nel mio caso):
200 gr di biscotti secchi
80 gr di burro fuso e fatto raffreddare a temperatura ambiente
200 gr di yogurt greco ai mirtilli
250 gr di formaggio cremoso (Philadelphia nel mio caso)
80 gr di zucchero a velo non vanigliato
250 gr di mirtilli
60 gr di zucchero semolato
10 gr di gelatina in fogli ( la classica colla di pesce)
acqua q.b.

Procedimento:
In un mixer mettere i biscotti secchi e colarvi sopra il burro fuso raffreddato, riducendo il tutto abbastanza finemente.
Sul fondo dello stampo con cerniera versare il composto tritato stendendolo uniformemente ed appiattendolo con il palmo della mano o col dorso di un cucchiaio.
Porlo in frigorifero per almeno mezz'ora e nel frattempo mettere i fogli di gelatina in una ciotola coperti da acqua fredda lasciandoli per una decina di minuti fin quando saranno ammorbiditi e sarà possibile strizzarli.
Mettere da parte qualche mirtillo da utilizzare per decorare la superficie della torta.
In un pentolino versare tutti gli altri mirtilli con lo zucchero semolato e lasciar cuocere circa 5 minuti, quindi per ottenere un sughetto ho utilizzato il mini pimer direttamente nel pentolino.
In una ciotola capiente con le frustine elettriche montare lo yogurt con il formaggio cremoso e lo zucchero a velo quindi prelevare una parte del sughetto (ancora caldo) ottenuto dai mirtilli cotti e frullati e sciogliervi molto bene dentro la gelatina precedentemente strizzata; regolarsi quindi sulla quantità di sughetto da prelevare.
Aggiungere quest'ultimo composto alla crema ottenuta con lo yogurt ed il formaggio cremoso e mescolare bene per amalgamare.
Versare il tutto sulla base di biscotti che si era messa in frigorifero e livellare bene, quindi rimettere in frigorifero per 15/20 minuti.
Passato questo tempo versare sulla superficie della torta tutto il sughetto rimasto stendendolo uniformemente e decorando con i mirtilli interi messi da parte.
Conservare in frigorifero sino al momento di servire.
Basterà aprire la cerniera e tagliare il dolce direttamente sul piatto dello stampo oppure facendo attenzione a non rompere la torta, passarlo su un piatto da portata.

NB:
La prima fotografia è venuta più scura perchè è stata fatta col cellulare, il colore che si ottiene pertanto è più veritiero nella seconda e terza fotografia.


giovedì 4 agosto 2016

Dorayaki all'aroma mandorla!

Per chi come me da piccola si chiedeva cosa mangiasse il simpatico gattone Blu "Doraemon", ecco svelato il mistero dopo tanti anni!
I Dorayaki sono dolcetti giapponesi meravigliosi e di facile realizzazione, ovvero consistono in una sorta di piccoli pancakes tondi.
Si uniscono in coppia e si gustano ripieni di una crema che si ottiene da una varietà di fagioli ma qui in Italia li farciamo invece con crema, confettura o Nutella!

Ingredienti:
2 uova medie intere
50 gr di zucchero semolato
100 gr di farina 00
1 cucchiaino di miele chiaro
1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
2 cucchiai di acqua di rubinetto
1/2 fialetta di aroma mandorla
zucchero a velo non vanigliato q.b.

Procedimento:
In una ciotola con le frustine elettriche sbattere le uova con lo zucchero, poi aggiungere la farina setacciandola ed unirvi quindi il miele e l'aroma.
Sciogliere il lievito nell'acqua ed aggiungere questo composto alla pastella ottenuta precedentemente.
Far riposare una buona mezz'ora il tutto in frigorifero.
Scaldare una padella anti aderente, io ne ho utilizzata una in pietra lavica, quindi versare un cucchiaio di pastella facendolo semplicemente scivolare sulla padella senza allargarlo o altro.
Farne cuocere anche 3 o 4 a volta, dipende dalla grandezza della padella.
Quando sulla superficie si vedranno delle bollicine, si può girare il Dorayaki. con una paletta piatta.
Devono essere belli coloriti su ambo i lati.
Farli raffreddare su un piatto da portata quindi farcirli come meglio si preferisce, io li ho anche spolverizzati con zucchero a velo.

PS:
La ricetta originale non prevede l'aroma mandorla, ho apportato pertanto una mia personale modifica.

NB:
Per la ricetta ho utilizzato quella contenuta nel blog di Misya:
http://www.misya.info/ricetta/dorayaki.htm

Immagine presa dal web!

mercoledì 27 luglio 2016

Pomodori ripieni di tonno e formaggio cremoso con contorno di patate!

Ebbene l'estate è da me mal sopportata in quanto a Roma c'è davvero troppa umidità e sfido chiunque a dire che sia bello il caldo quando il solo respirare, fa sudare...
Ma pur odiando utilizzare il forno in questo periodo, vengo però richiamata a sè in quanto ai pomodori non posso rinunciare, quelli ripieni mi fanno impazzire!

Ingredienti:
pomodori tondi da riso
patate a pasta gialla
prezzemolo tritato fresco 
basilico tritato fresco 
olio evo
sale fino
pepe nero macinato
formaggio cremoso fresco tipo Philadelphia
tonno al naturale
capperi sotto sale

Procedimento:
Pelare le patate, tagliarle a fettine e condirle con olio, sale, pepe, basilico e prezzemolo tritati e lasciarle insaporire in una ciotola.
Nel frattempo lavare i pomodori tagliarli orizzontalmente nella parte alta e tenere le calottine così ottenute.
Scavarli e sciacquarli sotto l'acqua corrente per eliminare eventuali semini rimasti quindi tamponarli, oliarli, salarli e peparli sia fuori che dentro e fare lo stesso con le calottine.
In una ciotolina mettere sia il formaggio cremoso che il tonno scolato bene e mescolare per formare una crema morbida.
Tritare finemente i capperi precedente sciacquati sotto acqua corrente ed asciugati, unirli alla crema assieme anche al basilico ed al prezzemolo tritati.
Tenere il composto in frigorifero per ora.
Prendere i pomodori e disporli in una teglia assieme alle patate e cuocere in forno preriscaldato a 170°/180° fino a completa cottura.
Quando tiepidi farcirli con la crema creata prima e servirli.

NB:
Io ho cotto i pomodori ma ovviamente la stessa ricetta può essere utilizzata anche senza cuocerli!


giovedì 7 luglio 2016

Torta Mimosa a forma di cuore con crema e macedonia!

Una tortina non si rifiuta mai e se poi è a forma di cuore ancora meglio!
Per esprimere il proprio amore per una persona o da gustare in un'occasione speciale.
Ecco la mia dolce proposta di oggi con crema agli agrumi e fresca macedonia.


Ingredienti per il Pan di Spagna (PDS):
3 uova medie intere
115 gr di zucchero
115 gr di farina 00 setacciata
1 puntina di lievito (la punta di un cucchiaino)

Procedimento:
Accendere subito il forno regolandosi con le caratteristiche del proprio (nel nostro caso 170° forno elettrico statico tutto ventilato, il Pan di Spagna verrà messo a cuocere in uno stampo sulla seconda griglia partendo dal basso).
In una ciotola sbattere per 15-20 minuti con le frustine elettriche lo zucchero con le uova.
Alla fine di questo tempo, il composto dovrà risultare molto spumoso.
Aggiungere poco per volta tutta la farina setacciata ed incorporarla per bene con una spatola con movimenti dal basso verso l'alto, molto delicatamente fino al completo assorbimento.
Aggiungere il lievito sempre mescolando fino al completo assorbimento.
Versare il composto in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato ed infornarlo in forno già caldo per 30/35 minuti circa.
Una volta cotto toglierlo dal forno e farlo raffreddare completamente a temperatura ambiente prima di prelevarlo dallo stampo.

Ingredienti per la crema pasticcera agli agrumi:
125 gr di zucchero semolato
3 tuorli medi
60 gr di farina 00 setacciata
500 ml di latte
4 scorze di limone
4 scorze di arancia

Procedimento:
In un pentolino antiaderente versare il latte ed accendere il gas a fiamma moderata, aggiungervi le scorze (tagliarle senza portare via la parte bianca del frutto).
Far diventare bollente il latte e nel frattempo in una ciotola mescolare con le frustine elettriche le uova con lo zucchero ottenendo un composto omogeneo, aggiungere sempre mescolando, la farina setacciata.
Una volta ottenuto un composto senza grumi, versarlo a filo nel pentolino del latte con un mestolo di legno o una frustina in silicone e mescolare bene girando sempre fino a quando la crema non si sarà addensata per bene.
Quando la crema sarà tiepida ricordarsi di togliere tutte le scorze.
Se dovessero formarsi grumi durante l'addensamento della crema si possono tranquillamente utilizzare le frustine elettriche al posto del mestolo per girarla e quindi per eliminare ogni grumo.
Mettere però la crema in una ciotola di plastica altrimenti con le frustine si riga tutto il pentolino.
Farla raffreddare a temperatura ambiente ricoprendo la superficie con pellicola trasparente per alimenti in modo che non si formi la crosticina.

Altri ingredienti per la farcia e la bagna:
250 ml di panna fresca già zuccherata da montare
macedonia sciroppata (1 lattina)
succo della macedonia sciroppata
confettura alle pesche q.b.
liquore Alcherme q.b.
liquore all'arancia q.b.
liquore al limone q.b.
foglie rosa commestibili (di ostia)
confettini tondi rosi commestibili

Procedimento per la farcia e la bagna:
Tagliare le asperità dal PDS se ve ne fosse bisogno e dividerlo in due parti orizzontalmente lasciando la base leggermente più alta dell'altra metà e scavarla ricavandone una quantità sufficiente tale da ricoprire poi in seguito la torta.
Irrorare la base con una bagna ottenuta mescolando assieme lo sciroppo della macedonia, l'Alchermes, il liquore all'arancia e quello al limone, in dosi a scelta a seconda del gusto personale.
Non eccedere con la bagna lungo i bordi.
Spalmare un generoso strato di crema e cospargere il tutto con la macedonia scolata ed asciugata.
Irrorare con la bagna, dalla parte interna anche la seconda metà del PDS e ricomporre la torta facendo combaciare bene i bordi, metterla in frigorifero per ora.
Nel frattempo sbriciolare finemente il PDS prelevato dalla base e montare la panna per bene.
Con quest'ultima ricoprire l'intera torta ripresa dal frigorifero quindi cospargerci sopra in modo uniforme il PDS sbriciolato e decorare con i confettini e le foglie rosa.
Si conserva in frigorifero sino al momento del taglio.


martedì 5 luglio 2016

Girelle e Crostata di frolla all'olio!

La frolla all'olio, lo ammetto, mi ha entusiasmata e non credevo possibile che senza il burro mi sarebbe potuta piacere così tanto.
La realizzo quindi molto volentieri ultimamente per rendere più leggeri i dolcetti e gustarli in tutta serenità "calorica"!!!!


Ingredienti per 30/35 girelle:
380 gr di farina 00
50 gr di fecola
200 gr di zucchero di canna
100 ml di olio di oliva o di semi
3 uova medie
1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
la scorza grattugiata di un limone grande
1 bustina di vanillina
mandorle pelate q.b.
ciliegie candite verdi e rosse q.b.
gocce di cioccolata q.b.

Procedimento:
In una ciotola capiente o sul proprio tavolo da lavoro, formare una fontana con lo zucchero e le farine amalgamati e nel cui centro andranno messe le uova, l'olio, la scorza grattugiata del limone, la vanillina ed il lievito, impastare quindi come una normale pasta frolla.
Se necessario aggiungere un poco di farina sulle proprie mani
mentre la si lavora o direttamente nell'impasto.
Quando ottenuto un bel panetto liscio farlo riposare una quindicina di minuti in frigorifero avvolto in pellicola trasparente per alimenti.
Accendere il forno regolandosi con le caratteristiche del proprio, nel mio caso a 170°, elettrico statico con funzione tutto ventilato.
Riprendere dal frigorifero la pasta frolla ed utilizzando via via piccole porzioni di frolla, ricavare una sorta di salamini lunghi una quindicina di cm.
Arrotolarli su se stessi per ottenere le girelle e porre al centro di ognuna una mandorla, ciliegia o goccia di cioccolato.
Infornare e cuocere sino a leggera doratura quindi far raffreddare i biscottini su una gratella.

NB:
Se si vuole realizzare la crostata, la ricetta è la stessa ma al posto delle mandorle, delle ciliegie candite e delle gocce di cioccolata si utilizza la confettura di ciliegie (o altra a vostra scelta) e si procede con la classica preparazione.


giovedì 30 giugno 2016

Cake pops mania, ricettina del riciclo!

Buongiorno mondo!
Oggi simpatica e golosa ricettina del riciclo, i Cake pops, fatti con alcune parti di Pan di spagna avanzato da una torta.
Li avevo già fatti e pubblicati a questo link:


Ingredienti tutto q.b.:
plumcake, ciambellone, o altro dolce simile avanzato, nel mio caso Pan di Spagna
cioccolata fondente
confettura di fragole
decorazioni varie di zucchero
farina di cocco
farina di mandorle
farina di nocciole
bastoncini per alimenti (li vendono nei negozi di accessori per torte e dolci)

Procedimento:
Sbriciolare con le mani il dolce avanzato (o quello che si è creato apposta per fare i Cakepops) e metterlo in una ciotola capiente.
Aggiungere la confettura poco per volta mescolando con un cucchiaio.
Amalgamare bene e quando la consistenza sarà morbida ma non appiccicosa, iniziare a formare delle palline grandi quanto una noce che andranno appoggiate su una placca ricoperta di carta forno.
Con i bastoncini forare ogni pallina nel centro e fino a metà, quindi mettere in freezer la placca con i Cake pops appena creati, per una buona mezz'ora.
Poco prima di tirare fuori i Cakepops dal freezer, sciogliere il cioccolato fondente.
Tirare fuori dal frigorifero la placca, prendere un bastoncino ed intingerne la punta nel cioccolato quindi metterlo al centro di una pallina sollevandola e passandola interamente nel cioccolato fuso.
Decorare subito a piacere.
Ripetere tutto ciò sino alla fine delle palline.
Una volta che saranno state tutte decorate, lasciarle asciugare dapprima a temperatura ambiente poi passarle in frigorifero.
Se invece le si fa nella stagione calda, meglio metterle subito in frigorifero saltando l'asciugatura a temperatura ambiente.
Prima di servirle, tirarle fuori dal frigorifero, 5/10 minuti.


lunedì 27 giugno 2016

Riso Basmati con pollo al curry!

Il curry che spezia meravigliosa o meglio che insieme di spezie magiche!
L'India, quella che fa sognare tra profumi, colori, Bollywood, la danza del ventre...
Si ne sono certa, la mia anima è Indiana o chissà nella vita passata devo essere nata e cresciuta proprio lì...


Ingredienti per 2 persone:
2 tazzine da caffè di riso Basmati
1 petto di pollo
1 carota media
salsa al curry
polvere di curry
zenzero fresco q.b.
sale fino q.b.
2 cucchiai di olio evo

Procedimento:
Cuocere il petto di pollo salandolo leggermente aggiungendovi un cucchiaio di olio evo e quando pronto tagliarlo a dadini.
Cuocere anche la carota tagliata da cruda a dadini salandola leggermente, in una padellina con un cucchiaio di olio evo.
Lessare il riso Basmati e nel frattempo che si cuoce, mettere i dadini di carota e di petto di pollo in un'unica padella, aggiungervi la salsa e la polvere di curry in quantità a scelta.
Scolare il riso e versarlo direttamente nella padella un paio di minuti prima di fine cottura quindi accendere il fornello a gas e terminarla per poi servire subito grattugiando finemente lo zenzero fresco sopra.

NB:
A proposito di India e di curry ho visto due film che ho adorato, incentrati sulla cucina ma anche dal risvolto sentimentale.
Cucina ed amore si sposano benissimo.
Vi lascio le locandine se foste interessati a visionare due film deliziosi ed adorabili!