lunedì 29 agosto 2016

Torta dei 7 vasetti con le albicocche del giardino di Ros!

La mia amica Ros, con cui spesso pasticcio facendo divertenti e golosi esperimenti culinari, ci ha donato le albicocche magnifiche e golose dell'albero della casa al mare dei suoi genitori.
Regalo da noi più che gradito che ho utilizzato rendendogli onore con un bel dolcetto!


Ingredienti per uno stampo da 24 cm:
1 vasetto di zucchero di canna
1 vasetto di zucchero semolato
2 vasetti di farina 00
1 vasetto di semola rimacinata di grano duro
1 vasetto di olio di semi di girasole
1 vasetto di yogurt all'albicocca da 125 gr
1 bustina di lievito in polvere per dolci
3 uova medie
albicocche q.b.
zenzero fresco q.b.
cannella in polvere q.b.
zucchero a velo non vanigliato q.b.

Procedimento:
Accendere il forno regolandolo in base alle caratteristiche del proprio.
Nel mio caso elettrico statico con funzione tutto ventilato, a 170°.
Sbattere le uova con gli zuccheri e lo yogurt, quindi aggiungervi le farine setacciandole assieme al lievito ed unirvi l'olio continuando a montare.
Ottenuto un composto omogeneo, versarlo in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato quindi dopo aver lavato e tagliato le albicocche a spicchi, disporle ordinatamente a raggiera poggiandole sulla superficie della torta.
Non c'è bisogno di premerle in fondo tanto in cottura scenderanno da sole.
Spolverizzare infine con zenzero fresco grattugiato e cannella in polvere.
Infornare e far cuocere sino a completa cottura interna e doratura esterna.
Quando freddo, prelevare il dolce dallo stampo e metterlo su un piatto da portata.
Spolverizzare ancora con cannella e zenzero fresco ed infine con zucchero a velo.


Grazie mille Ros, Ernesto e Dora per questo regalo "naturale"!!!

venerdì 26 agosto 2016

Frittata di spaghetti con olive nere, pachino, zucchine e mozzarella!

Ho palesato varie volte il mio amore per le ricette del riciclo e per le frittate, in ambo i casi possono utilizzare rimanenze di cibi e con esse, creare dei piatti ancora più sfiziosi.
La frittata di pasta poi ricordo di averla assaggiata molti e molti anni fa e da allora mi è rimasta davvero nel cuore!

Ingredienti:
4 uova medie
sale fino
olio di girasole
spaghetti avanzati conditi con pomodori pachino, olive nere denocciolate e zucchine
1 manciata di parmigiano grattugiato
1 mozzarella piccola

Procedimento:
In una ciotola sbattere le uova col sale aggiungendovi gli spaghetti ed il parmigiano e formare un unico composto nel quale andrà messa la mozzarella tagliata a cubetti.
Sul fondo di una padellina antiaderente versare un sottile strato di olio quindi farlo scaldare bene e versarci sopra il composto.
Cuocere sino a doratura su entrambi i lati e servire calda o tiepida.

Immagine presa dal web!

giovedì 18 agosto 2016

Pasta di zucchero facile e golosa!

Ho fatto diverse torte seppur nulla di elaborato, ricoperte con il Marshmallows foundant ovvero la gemella della Pasta di zucchero dove gli unici due ingredienti sono lo zucchero a velo ed i Marshmallows appunto!
Da quando ho imparato però la PDZ, con la fantastica ricetta di Fabiola Calò, ragazza con una grande passione pasticcera ed altrettanta bravura, ho realizzato le ultime torte rivestite, creando appunto questa fantastica Pasta di zucchero, che oltre ad essere ben maneggevole, è altresì buona da mangiare.


Ingredienti per la Pasta di zucchero (PDZ):
900 gr di zucchero a velo
60 ml di acqua di rubinetto
12 gr di colla di pesce
160 ml di sciroppo di glucosio (oppure 80 ml di glucosio ed 80 ml di miele chiaro)
20 gr di burro ammorbidito
10 gr ml di glicerina per dolci
ulteriore zucchero a velo q.b.
coloranti alimentari in gel a piacimento

Procedimento con planetaria:
Mettere la colla di pesce in un pentolino in ammollo nell'acqua per una decina di minuti e nel frattempo versare lo zucchero a velo nella coppa della planetaria.
Quando si sarà ammorbidita mettere il pentolino sul fuoco ed aggiungervi il glucosio girando il tutto fino al completo scioglimento della colla di pesce senza portare ad ebollizione.
Aggiungere il tutto allo zucchero a velo nella coppa della planetaria ed azionarla, facendola lavorare col gancio a velocità bassa, aggiungervi quindi la glicerina ed il burro sempre facendo lavorare.
Quando avrà una consistenza morbida e gli ingredienti saranno diventati omogenei fra loro, prelevare l'impasto e lavorarlo sul proprio tavolo con lo zucchero a velo sino a fargli assumere la forma di un panetto che andrà messo a riposare sino al giorno dopo.
Se lo si vuole colorare lo si può fare da subito utilizzando i coloranti alimentari in gel.
Con uno stuzzicadenti prelevare una piccola quantità di colore ed unirla al centro del panetto appiattito quindi impastarlo bene a mano sino a quando avrà assunto la tonalità desiderata uniforme.
Consiglio i coloranti in gel in quanto pochissima dose è sufficiente per colorare davvero bene.
Se si vogliono vari panetti, prelevare quantità di pdz e colorarle col metodo spiegato sopra.
Avvolgere ogni panetto in pellicola trasparente per alimenti e poi metterli in una busta per alimenti.
Fabiola mi ha consigliato infatti di fare la pdz il giorno prima della realizzazione delle decorazioni.

PS:
Questi i link per visionare sia il MMF che la PDZ e le relative torte.
http://barbapasticcetti.blogspot.it/search/label/Marshmallows%20foundant
http://barbapasticcetti.blogspot.it/search/label/Pasta%20di%20zucchero
http://barbapasticcetti.blogspot.it/search/label/Torte%20ricoperte%20di%20pasta%20di%20zucchero

giovedì 11 agosto 2016

Ghiaccia reale, golosa e bella per decorare i biscotti!

La Ghiaccia reale ho provato a farla tempo fa e con questa ricetta di cui mi rammarico, ma ahimè proprio non ne ricordo la provenienza, non si sbaglia.
L'ho utilizzata già per alcuni pasticcini e sono venuti davvero carini e golosi.


Ingredienti per la glassa (ghiaccia reale):
250 gr di zucchero a velo 
1 albume medio
coloranti alimentari in gel 

Procedimento:
In una ciotola versare lo zucchero a velo e l'albume quindi con le frustine elettriche ottenere un bel composto bianco che dovrà rimanere attaccato alla ciotola se si fa la prova girandola sotto sopra.
Se occorre la Ghiaccia colorata, basterà dividere il composto una volta pronto, in diverse ciotole ed in ognuna aggiungere gocce di colorante mescolando sempre con le frustine elettriche per ottenere il colore desiderato omogeneo. 
Versare poi le glasse in sac a poche differenti e con beccucci a scelta propria e decorare a piacere.


lunedì 8 agosto 2016

Torta fredda (Cheesecake) allo yogurt e mirtilli!

A metà luglio  io e Blade abbiamo festeggiato anche con la mia famiglia, il Compleanno di mia sorella e quest'anno, a causa del troppo caldo che mi toglie le forze, proprio non ce l'ho fatta a preparare una torta pannosa!
Mi sono però affidata alla grande esperienza di una mia amica di blog ovvero
Leyla Farella da cui ho preso la ricetta per realizzare questa golosità veloce e fresca!
Il link per visionare la sua ricetta è a questo indirizzo:
http://blog.giallozafferano.it/dulcisinforno/cheesecake-ai-mirtilli/
personalmente ho apportato qualche piccola modifica.


Ingredienti (per uno stampo con cerchio apribile da 24 cm nel mio caso):
200 gr di biscotti secchi
80 gr di burro fuso e fatto raffreddare a temperatura ambiente
200 gr di yogurt greco ai mirtilli
250 gr di formaggio cremoso (Philadelphia nel mio caso)
80 gr di zucchero a velo non vanigliato
250 gr di mirtilli
60 gr di zucchero semolato
10 gr di gelatina in fogli ( la classica colla di pesce)
acqua q.b.

Procedimento:
In un mixer mettere i biscotti secchi e colarvi sopra il burro fuso raffreddato, riducendo il tutto abbastanza finemente.
Sul fondo dello stampo con cerniera versare il composto tritato stendendolo uniformemente ed appiattendolo con il palmo della mano o col dorso di un cucchiaio.
Porlo in frigorifero per almeno mezz'ora e nel frattempo mettere i fogli di gelatina in una ciotola coperti da acqua fredda lasciandoli per una decina di minuti fin quando saranno ammorbiditi e sarà possibile strizzarli.
Mettere da parte qualche mirtillo da utilizzare per decorare la superficie della torta.
In un pentolino versare tutti gli altri mirtilli con lo zucchero semolato e lasciar cuocere circa 5 minuti, quindi per ottenere un sughetto ho utilizzato il mini pimer direttamente nel pentolino.
In una ciotola capiente con le frustine elettriche montare lo yogurt con il formaggio cremoso e lo zucchero a velo quindi prelevare una parte del sughetto (ancora caldo) ottenuto dai mirtilli cotti e frullati e sciogliervi molto bene dentro la gelatina precedentemente strizzata; regolarsi quindi sulla quantità di sughetto da prelevare.
Aggiungere quest'ultimo composto alla crema ottenuta con lo yogurt ed il formaggio cremoso e mescolare bene per amalgamare.
Versare il tutto sulla base di biscotti che si era messa in frigorifero e livellare bene, quindi rimettere in frigorifero per 15/20 minuti.
Passato questo tempo versare sulla superficie della torta tutto il sughetto rimasto stendendolo uniformemente e decorando con i mirtilli interi messi da parte.
Conservare in frigorifero sino al momento di servire.
Basterà aprire la cerniera e tagliare il dolce direttamente sul piatto dello stampo oppure facendo attenzione a non rompere la torta, passarlo su un piatto da portata.

NB:
La prima fotografia è venuta più scura perchè è stata fatta col cellulare, il colore che si ottiene pertanto è più veritiero nella seconda e terza fotografia.


giovedì 4 agosto 2016

Dorayaki all'aroma mandorla!

Per chi come me da piccola si chiedeva cosa mangiasse il simpatico gattone Blu "Doraemon", ecco svelato il mistero dopo tanti anni!
I Dorayaki sono dolcetti giapponesi meravigliosi e di facile realizzazione, ovvero consistono in una sorta di piccoli pancakes tondi.
Si uniscono in coppia e si gustano ripieni di una crema che si ottiene da una varietà di fagioli ma qui in Italia li farciamo invece con crema, confettura o Nutella!

Ingredienti:
2 uova medie intere
50 gr di zucchero semolato
100 gr di farina 00
1 cucchiaino di miele chiaro
1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
2 cucchiai di acqua di rubinetto
1/2 fialetta di aroma mandorla
zucchero a velo non vanigliato q.b.

Procedimento:
In una ciotola con le frustine elettriche sbattere le uova con lo zucchero, poi aggiungere la farina setacciandola ed unirvi quindi il miele e l'aroma.
Sciogliere il lievito nell'acqua ed aggiungere questo composto alla pastella ottenuta precedentemente.
Far riposare una buona mezz'ora il tutto in frigorifero.
Scaldare una padella anti aderente, io ne ho utilizzata una in pietra lavica, quindi versare un cucchiaio di pastella facendolo semplicemente scivolare sulla padella senza allargarlo o altro.
Farne cuocere anche 3 o 4 a volta, dipende dalla grandezza della padella.
Quando sulla superficie si vedranno delle bollicine, si può girare il Dorayaki. con una paletta piatta.
Devono essere belli coloriti su ambo i lati.
Farli raffreddare su un piatto da portata quindi farcirli come meglio si preferisce, io li ho anche spolverizzati con zucchero a velo.

PS:
La ricetta originale non prevede l'aroma mandorla, ho apportato pertanto una mia personale modifica.

NB:
Per la ricetta ho utilizzato quella contenuta nel blog di Misya:
http://www.misya.info/ricetta/dorayaki.htm

Immagine presa dal web!

mercoledì 27 luglio 2016

Pomodori ripieni di tonno e formaggio cremoso con contorno di patate!

Ebbene l'estate è da me mal sopportata in quanto a Roma c'è davvero troppa umidità e sfido chiunque a dire che sia bello il caldo quando il solo respirare, fa sudare...
Ma pur odiando utilizzare il forno in questo periodo, vengo però richiamata a sè in quanto ai pomodori non posso rinunciare, quelli ripieni mi fanno impazzire!

Ingredienti:
pomodori tondi da riso
patate a pasta gialla
prezzemolo tritato fresco 
basilico tritato fresco 
olio evo
sale fino
pepe nero macinato
formaggio cremoso fresco tipo Philadelphia
tonno al naturale
capperi sotto sale

Procedimento:
Pelare le patate, tagliarle a fettine e condirle con olio, sale, pepe, basilico e prezzemolo tritati e lasciarle insaporire in una ciotola.
Nel frattempo lavare i pomodori tagliarli orizzontalmente nella parte alta e tenere le calottine così ottenute.
Scavarli e sciacquarli sotto l'acqua corrente per eliminare eventuali semini rimasti quindi tamponarli, oliarli, salarli e peparli sia fuori che dentro e fare lo stesso con le calottine.
In una ciotolina mettere sia il formaggio cremoso che il tonno scolato bene e mescolare per formare una crema morbida.
Tritare finemente i capperi precedente sciacquati sotto acqua corrente ed asciugati, unirli alla crema assieme anche al basilico ed al prezzemolo tritati.
Tenere il composto in frigorifero per ora.
Prendere i pomodori e disporli in una teglia assieme alle patate e cuocere in forno preriscaldato a 170°/180° fino a completa cottura.
Quando tiepidi farcirli con la crema creata prima e servirli.

NB:
Io ho cotto i pomodori ma ovviamente la stessa ricetta può essere utilizzata anche senza cuocerli!


giovedì 7 luglio 2016

Torta Mimosa a forma di cuore con crema e macedonia!

Una tortina non si rifiuta mai e se poi è a forma di cuore ancora meglio!
Per esprimere il proprio amore per una persona o da gustare in un'occasione speciale.
Ecco la mia dolce proposta di oggi con crema agli agrumi e fresca macedonia.


Ingredienti per il Pan di Spagna (PDS):
3 uova medie intere
115 gr di zucchero
115 gr di farina 00 setacciata
1 puntina di lievito (la punta di un cucchiaino)

Procedimento:
Accendere subito il forno regolandosi con le caratteristiche del proprio (nel nostro caso 170° forno elettrico statico tutto ventilato, il Pan di Spagna verrà messo a cuocere in uno stampo sulla seconda griglia partendo dal basso).
In una ciotola sbattere per 15-20 minuti con le frustine elettriche lo zucchero con le uova.
Alla fine di questo tempo, il composto dovrà risultare molto spumoso.
Aggiungere poco per volta tutta la farina setacciata ed incorporarla per bene con una spatola con movimenti dal basso verso l'alto, molto delicatamente fino al completo assorbimento.
Aggiungere il lievito sempre mescolando fino al completo assorbimento.
Versare il composto in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato ed infornarlo in forno già caldo per 30/35 minuti circa.
Una volta cotto toglierlo dal forno e farlo raffreddare completamente a temperatura ambiente prima di prelevarlo dallo stampo.

Ingredienti per la crema pasticcera agli agrumi:
125 gr di zucchero semolato
3 tuorli medi
60 gr di farina 00 setacciata
500 ml di latte
4 scorze di limone
4 scorze di arancia

Procedimento:
In un pentolino antiaderente versare il latte ed accendere il gas a fiamma moderata, aggiungervi le scorze (tagliarle senza portare via la parte bianca del frutto).
Far diventare bollente il latte e nel frattempo in una ciotola mescolare con le frustine elettriche le uova con lo zucchero ottenendo un composto omogeneo, aggiungere sempre mescolando, la farina setacciata.
Una volta ottenuto un composto senza grumi, versarlo a filo nel pentolino del latte con un mestolo di legno o una frustina in silicone e mescolare bene girando sempre fino a quando la crema non si sarà addensata per bene.
Quando la crema sarà tiepida ricordarsi di togliere tutte le scorze.
Se dovessero formarsi grumi durante l'addensamento della crema si possono tranquillamente utilizzare le frustine elettriche al posto del mestolo per girarla e quindi per eliminare ogni grumo.
Mettere però la crema in una ciotola di plastica altrimenti con le frustine si riga tutto il pentolino.
Farla raffreddare a temperatura ambiente ricoprendo la superficie con pellicola trasparente per alimenti in modo che non si formi la crosticina.

Altri ingredienti per la farcia e la bagna:
250 ml di panna fresca già zuccherata da montare
macedonia sciroppata (1 lattina)
succo della macedonia sciroppata
confettura alle pesche q.b.
liquore Alcherme q.b.
liquore all'arancia q.b.
liquore al limone q.b.
foglie rosa commestibili (di ostia)
confettini tondi rosi commestibili

Procedimento per la farcia e la bagna:
Tagliare le asperità dal PDS se ve ne fosse bisogno e dividerlo in due parti orizzontalmente lasciando la base leggermente più alta dell'altra metà e scavarla ricavandone una quantità sufficiente tale da ricoprire poi in seguito la torta.
Irrorare la base con una bagna ottenuta mescolando assieme lo sciroppo della macedonia, l'Alchermes, il liquore all'arancia e quello al limone, in dosi a scelta a seconda del gusto personale.
Non eccedere con la bagna lungo i bordi.
Spalmare un generoso strato di crema e cospargere il tutto con la macedonia scolata ed asciugata.
Irrorare con la bagna, dalla parte interna anche la seconda metà del PDS e ricomporre la torta facendo combaciare bene i bordi, metterla in frigorifero per ora.
Nel frattempo sbriciolare finemente il PDS prelevato dalla base e montare la panna per bene.
Con quest'ultima ricoprire l'intera torta ripresa dal frigorifero quindi cospargerci sopra in modo uniforme il PDS sbriciolato e decorare con i confettini e le foglie rosa.
Si conserva in frigorifero sino al momento del taglio.


martedì 5 luglio 2016

Girelle e Crostata di frolla all'olio!

La frolla all'olio, lo ammetto, mi ha entusiasmata e non credevo possibile che senza il burro mi sarebbe potuta piacere così tanto.
La realizzo quindi molto volentieri ultimamente per rendere più leggeri i dolcetti e gustarli in tutta serenità "calorica"!!!!


Ingredienti per 30/35 girelle:
380 gr di farina 00
50 gr di fecola
200 gr di zucchero di canna
100 ml di olio di oliva o di semi
3 uova medie
1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
la scorza grattugiata di un limone grande
1 bustina di vanillina
mandorle pelate q.b.
ciliegie candite verdi e rosse q.b.
gocce di cioccolata q.b.

Procedimento:
In una ciotola capiente o sul proprio tavolo da lavoro, formare una fontana con lo zucchero e le farine amalgamati e nel cui centro andranno messe le uova, l'olio, la scorza grattugiata del limone, la vanillina ed il lievito, impastare quindi come una normale pasta frolla.
Se necessario aggiungere un poco di farina sulle proprie mani
mentre la si lavora o direttamente nell'impasto.
Quando ottenuto un bel panetto liscio farlo riposare una quindicina di minuti in frigorifero avvolto in pellicola trasparente per alimenti.
Accendere il forno regolandosi con le caratteristiche del proprio, nel mio caso a 170°, elettrico statico con funzione tutto ventilato.
Riprendere dal frigorifero la pasta frolla ed utilizzando via via piccole porzioni di frolla, ricavare una sorta di salamini lunghi una quindicina di cm.
Arrotolarli su se stessi per ottenere le girelle e porre al centro di ognuna una mandorla, ciliegia o goccia di cioccolato.
Infornare e cuocere sino a leggera doratura quindi far raffreddare i biscottini su una gratella.

NB:
Se si vuole realizzare la crostata, la ricetta è la stessa ma al posto delle mandorle, delle ciliegie candite e delle gocce di cioccolata si utilizza la confettura di ciliegie (o altra a vostra scelta) e si procede con la classica preparazione.


giovedì 30 giugno 2016

Cake pops mania, ricettina del riciclo!

Buongiorno mondo!
Oggi simpatica e golosa ricettina del riciclo, i Cake pops, fatti con alcune parti di Pan di spagna avanzato da una torta.
Li avevo già fatti e pubblicati a questo link:


Ingredienti tutto q.b.:
plumcake, ciambellone, o altro dolce simile avanzato, nel mio caso Pan di Spagna
cioccolata fondente
confettura di fragole
decorazioni varie di zucchero
farina di cocco
farina di mandorle
farina di nocciole
bastoncini per alimenti (li vendono nei negozi di accessori per torte e dolci)

Procedimento:
Sbriciolare con le mani il dolce avanzato (o quello che si è creato apposta per fare i Cakepops) e metterlo in una ciotola capiente.
Aggiungere la confettura poco per volta mescolando con un cucchiaio.
Amalgamare bene e quando la consistenza sarà morbida ma non appiccicosa, iniziare a formare delle palline grandi quanto una noce che andranno appoggiate su una placca ricoperta di carta forno.
Con i bastoncini forare ogni pallina nel centro e fino a metà, quindi mettere in freezer la placca con i Cake pops appena creati, per una buona mezz'ora.
Poco prima di tirare fuori i Cakepops dal freezer, sciogliere il cioccolato fondente.
Tirare fuori dal frigorifero la placca, prendere un bastoncino ed intingerne la punta nel cioccolato quindi metterlo al centro di una pallina sollevandola e passandola interamente nel cioccolato fuso.
Decorare subito a piacere.
Ripetere tutto ciò sino alla fine delle palline.
Una volta che saranno state tutte decorate, lasciarle asciugare dapprima a temperatura ambiente poi passarle in frigorifero.
Se invece le si fa nella stagione calda, meglio metterle subito in frigorifero saltando l'asciugatura a temperatura ambiente.
Prima di servirle, tirarle fuori dal frigorifero, 5/10 minuti.


lunedì 27 giugno 2016

Riso Basmati con pollo al curry!

Il curry che spezia meravigliosa o meglio che insieme di spezie magiche!
L'India, quella che fa sognare tra profumi, colori, Bollywood, la danza del ventre...
Si ne sono certa, la mia anima è Indiana o chissà nella vita passata devo essere nata e cresciuta proprio lì...


Ingredienti per 2 persone:
2 tazzine da caffè di riso Basmati
1 petto di pollo
1 carota media
salsa al curry
polvere di curry
zenzero fresco q.b.
sale fino q.b.
2 cucchiai di olio evo

Procedimento:
Cuocere il petto di pollo salandolo leggermente aggiungendovi un cucchiaio di olio evo e quando pronto tagliarlo a dadini.
Cuocere anche la carota tagliata da cruda a dadini salandola leggermente, in una padellina con un cucchiaio di olio evo.
Lessare il riso Basmati e nel frattempo che si cuoce, mettere i dadini di carota e di petto di pollo in un'unica padella, aggiungervi la salsa e la polvere di curry in quantità a scelta.
Scolare il riso e versarlo direttamente nella padella un paio di minuti prima di fine cottura quindi accendere il fornello a gas e terminarla per poi servire subito grattugiando finemente lo zenzero fresco sopra.

NB:
A proposito di India e di curry ho visto due film che ho adorato, incentrati sulla cucina ma anche dal risvolto sentimentale.
Cucina ed amore si sposano benissimo.
Vi lascio le locandine se foste interessati a visionare due film deliziosi ed adorabili!



giovedì 23 giugno 2016

Biscotti al burro con Bacche di Goji e gocce di cioccolato!

Questi biscottini li ho realizzati tempo fa in occasione di un tè in compagnia a casa nostra.
Era da molto che non utilizzavo le Bacche di Goji e precisamente dalla collaborazione di anni fa.
I pasticcini sono al burro e li ho realizzati con la spara biscotti.
La ricetta che ormai faccio sempre è la stessa super collaudata di Leyla Farella:
http://blog.giallozafferano.it/dulcisinforno/biscotti-con-la-sparabiscotti-perfetti/

Ingredienti:
200 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente
80 gr di zucchero a velo
1 bustina di vanillina in polvere
la scorza grattugiata di 1 limone
1 uovo grande
300 gr di farina 00
1 cucchiaino di Rhum
bacche di Goji q.b. (secche)
gocce di cioccolata q.b.
meringhe piccole bianche q.b.
acqua q.b.

Procedimento:
Per prima cosa mettere le bacche di Goji in acqua tiepida e lasciarle in ammollo sino a quando saranno morbide.
In una ciotola capiente mettere tutti gli ingredienti ed impastarli bene con le mani sino a formare il classico panetto.
Prelevare da esso una parte di impasto che andrà messo nella spara biscotti (riempirli per i 3/4 della sua capienza) dopo aver scelto il dischetto con la forma che più piace ed averla chiusa.
Selezionare infine la grandezza del biscotto quindi iniziare a sparare (a vuoto) per far scendere il pistone nel cilindro della spara biscotti sino a quando si vedrà spuntare l'impasto dai fori del dischetto scelto.
Posizionare la spara biscotti su una placca da forno (non imburrata nè rivestita di carta da forno) e sparare i biscotti fino a riempire la teglia.
Su ogni biscotto aggiungere a piacere le bacche, le gocce di cioccolata o le meringhette.
In cottura si gonfieranno leggermente ma non si ingrandiranno poi molto per cui si possono posizionare non attaccati ma abbastanza vicini.
Cuocerli in forno già caldo, nel mio caso a 170° in forno elettrico statico con funzione tutto ventilato, la placca da forno con i biscotti l'ho messa sulla seconda griglia partendo dal basso.
Dovranno essere cotti ma non eccessivamente coloriti (giusto leggermente i bordi).
Lasciarli raffreddare prima di servirli.


venerdì 17 giugno 2016

Cheese cake con salsa alle pesche sciroppate!

Tempo fa è stato l'onomastico del mio compagno e pur non facendo particolari festeggiamenti, ne ho approfittato un po per pasticciare.
Poichè le temperature si sono fatte più calde, ho pensato ad una fresca Cheese cake, seguendo la ricetta di quella con salsa ai lamponi pubblicata in un precedente post.
Risultato? Molto soddisfacente!


Ingredienti per uno stampo a cerniera di diametro 25 cm:
180 gr di biscotti secchi (nel mio caso con granella di zucchero)
100 gr di burro
500 gr di Philadelphia classico
200 ml di panna fresca già zuccherata
120 gr di zucchero a velo vanigliato
10 gr di colla di pesce
1 bacca di vaniglia
3 cucchiai di zucchero a velo non vanigliato
400 gr di pesche sciroppate 

Procedimento:
Tritare finemente i biscotti in un mixer e metterli in una ciotola quindi sciogliere per bene il burro ed aggiungerlo ad essi amalgamando il tutto.
Rivestire sia il fondo che le pareti di uno stampo a cerniera con la carta da forno fissandola bene con del nastro adesivo (esternamente) e versare sul fondo il composto di burro e biscotti, formando quella che sarà la base della Cheese cake compattandola bene con il dorso di un cucchiaio o con le mani.
Mettere il tutto in freezer.
Nel frattempo ammollare la colla di pesce in una tazza di abbondante acqua e lasciare in ammollo per una decina di minuti.
Intanto in una ciotola con le frustine elettriche sbattere Philadelphia assieme a 50 gr di zucchero a velo ed ai semi della bacca di vaniglia, montare il tutto fino ad ottenere una crema morbida e liscia e metterla in frigorifero.
Quando la colla di pesce sarà completamente ammollata strizzarla con le mani, eliminare l'acqua e trasferirla in una ciotolina assieme a 2 cucchiai di panna liquida (prelevata dai 200 ml totali) precedentemente scaldata ma non portata ad ebollizione, in un pentolino, mescolare bene fino al completo scioglimento.
Riprendere la crema di Philadelphia fatta in precedenza ed aggiungervi il composto ottenuto con la colla di pesce amalgamando il tutto girando con un cucchiaio.
Montare la panna con il restante zucchero a velo ed aggiungerla alla crema, versare tutto sulla base della Cheese cake ripresa dal freezer e livellandone bene la superficie, riporre in frigorifero.
Nel frattempo preparare la salsa.
Frullare e pesche sciroppate dopo averle scolate dal succo e versarle in un tegamino aggiungendovi 3 cucchiai di zucchero a velo, far cuocere mescolando fino ad arrivare ad ebollizione, girare quindi un ulteriore minuto ed infine spegnere.
Lasciare intiepidire prima di versare la salsa sulla superficie della Cheese cake ricoprendola tutta.
Mettere il tutto in frigorifero.
Consiglio di preparare la torta il giorno prima.
Ovviamente se si vuole una Cheese cake più alta, si può utilizzare uno stampo a cerniera dal diametro più piccolo.


mercoledì 15 giugno 2016

Tortini di Pasta Brisèe fatta in casa!

Ho imparato a fare la Pasta Brisèe e nessuno mi ferma più...
Troppo golosa sono delle torte rustiche, sarei capace di mangiarle ogni giorno senza ritegno nè vergogna!!!!
Anche più dei dolci, lo ammetto.


Ingredienti per la Pasta Brisèe:
100 gr di burro
70 ml di acqua molto fredda
200 gr di farina 00
1 pizzico di sale fino

Procedimento:
Tagliare a cubetti il burro freddo di frigorifero.      
Sul proprio tavolo da lavoro, disporre a fontana la farina e nell'incavo centrale versare il burro con un pizzico di sale fino.
Amalgamare gli ingredienti pizzicando l'impasto sino ad ottenere un composto sabbioso e farinoso nel cui centro andrà versata l'acqua.
Lavorare velocemente gli ingredienti per ottenere un composto sodo ed elastico che andrà avvolto in pellicola trasparente per alimenti e messo a riposare in frigorifero per 40 minuti circa.

Ingredienti per la farcitura:
cimette di cavolfiore lessato
sale fino q.b.
olio evo qb.
pepe grattugiato q.b.
2 patate medie lessate
1 panetto di stracchino
pecorino grattugiato q.b. 
parmigiano grattugiato q.b.

Procedimento:
Accendere per prima cosa il forno (regolando la temperatura secondo le caratteristiche del vostro forno).
Riprendere il panetto di pasta brisèe dal frigorifero e con essa rivestire un teglia da forno nel mio caso ne ho usata una di ceramica.
Tagliare a fettine le patate, metterle in una ciotola assieme alle cimette di cavolfiore e condire il tutto con olio, pepe e sale.
Unire lo stracchino mescolando bene.
Versare questo composto sulla pasta brisèe livellandolo e cospargere con pecorino e parmigiano.
Infornare e cuocere fino a che sarà diventata di un bel colorito ed il bordo tutto intorno sarà bello croccante.

NB:
Nelle seguenti fotografie, il procedimento della Pasta Brisèe è lo stesso ma ho cambiato la farcitura.

Farcitura per il Tortino con le stelline:
fettine sottili di mortadella con pistacchi
spinaci lessati e conditi con olio, sale e pepe
mozzarella tagliata a cubetti


Farcitura per il Tortino ovale:
zucchine tagliate a rondelle sottili, leggermente scottate in acqua bollente, condite con olio e sale
pomodorini pachino conditi con olio e sale
stracchino
wurstel di pollo tagliati a rondelle sottili
                 

sabato 4 giugno 2016

Dolce a forma di pacchetto regalo per mia suocera!

Altro stampo in silicone comprato ultimamente!
Ebbene sì ho un cassettone pieno, nella sala da pranzo, di stampi e stampini di ogni forma e misura.
Non resisto e come ne vedo uno nuovo lo compro e lo utilizzo subito, spesso per regalare poi il risultato ad amici e parenti come in questo caso!

Ingredienti:
3 uova medie
200 gr di zucchero semolato
70 gr di zucchero di canna
200 gr di farina 00
70 gr di fecola di patate
1 bustina di lievito in polvere per dolci
1 bustina di vanillina in polvere
1 bicchiere di latte
1 pizzico di sale fino
gocce di cioccolata q.b.
uva sultanina q.b.
2 cucchiai di Rhum
acqua q.b.

Procedimento:
Mettere dell'acqua a bollire in un pentolino e quando raggiunto il bollore spegnere il gas quindi tuffarci l'uva sultanina (che dovrà essere interamente coperta da essa) ed aggiungervi il Rhum.
Attendere una quindicina di minuti prima di scolare l'uva sultanina quindi asciugarla per bene.
Nel frattempo accendere il forno regolandolo in base alle caratteristiche del proprio.
Nel mio caso: elettrico statico con funzione tutto ventilato, a 170°, il dolce verrà messo a cuocere sulla seconda griglia partendo dal basso.
Sbattere le uova con il pizzico di sale ed i due tipi di zucchero e la vanillina.
Aggiungere la farina poco per volta setacciandola, quindi la fecola (non c'è bisogno di setacciarla) ed infine il bicchiere di latte in cui sarà stato sciolto il lievito in polvere.
Riprendere a montare sino ad ottenere un composto medio denso in cui andranno versate le gocce di cioccolata e l'uva sultanina e mescolato il tutto a mano con un cucchiaio.
Versare il tutto in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato, questo passaggio è stato da me saltato in quanto lo stampo che ho utilizzato è in silicone.
Infornare e cuocere sino a completa cottura interna e doratura esterna, circa tra i 40/45 minuti.
Di seguito in fotografia, il bellissimo stampo che ho utilizzato!



giovedì 2 giugno 2016

Ricotta con erbette, al forno,Blade ricetta del riciclo e Premio virtuale ricevuto!

Ricettina del riciclo fatta da Blade che devo dire ha molta più fantasia di me in cucina o meglio, più spirito di iniziativa nell'andare  a scovare qualche sfiziosità!
Mi è davvero piaciuta ed era la prima volta che l'assaggiavo, poi con quella crosticina...

Ingredienti:
ricotta avanzata (di pecora nel nostro caso)
origano
timo al limone (fatto in casa e regalatoci dalla nostra amica food blogger anche lei, Ilenia)
basilico
prezzemolo
salvia
erba cipollina
noce moscata
sale fino
olio evo
pepe nero in grani da macinare

NB:
Tutte le spezie e gli odori sono secchi tritati

Procedimento:
In una ciotola mettere la ricotta e ridurla a crema premendola con un cucchiaio.
Versare in dosi a scelta a seconda del gusto, tutti gli ingredienti e mescolare amalgamandoli bene.
Sistemare il composto in una teglia tonda rivestita di carta da forno livellandone la superficie.
Preriscaldare il forno tra i 170°/180° quindi quando raggiunta la temperatura, mettervi dentro la teglia e far cuocere la ricotta sino alla formazione della crosticina esterna.
Accendere a tale scopo il grill per alcuni minuti.
Servire la ricotta tagliandola a fettina calda o tiepida.


E' da diverso tempo che i Premi virtuali non giravano più ed averne ricevuto uno così a sorpresa inaspettatamente, mi ha resa davvero contenta!
L'amica da cui l'ho avuto, è Marilena, Fata Confetto del Blog:
Tesoro ti ringrazio sentitamente in quanto per me ricevere e donare a mia volta un premio, rappresenta un gesto di affetto sincero e puro.
Dimostra il riconoscimento verso la tua passione ed il tuo "lavoro/passatempo".
Fata confetto grazie di vero cuore, ti seguo da molto tempo ormai e sono contenta che fra i Blog più fedeli, il tuo ci sia sempre stato e sempre ci sarà!
Come anche da te fatto, giro questo gradito premio , ma a 4 Blog, frutto del lavoro di fantastiche amiche.
Scusami se non ho rispettato la simpatica iniziativa da te organizzata, spero mi perdonerai!

Ho scelto loro: 
Licia, Daniela, Enza e Maria Grazia in quanto sono state le prime persone con cui sono entrata in contatto quando mi accingevo a muovere i primi passi in questa magnifica avventura!
Sono state loro fonte di ispirazione ed a sostenermi quando ho deciso di aprire un mio spazio ed a creare quindi il Barba pasticcetti Blog.
Sono affezionata tanto tanto tanto a loro e con questo piccolo gesto, le voglio ringraziare!
Amiche se a vostra volta vorrete passarlo ad altre/i food bloggers, ne sarò lieta, altrimenti sentitevi libere di tenerlo semplicemente sui vostri bellissimi Blog!

Passo quindi questo Premio alle quattro seguenti Food Bloggers:

Licia del Blog:
http://blog.giallozafferano.it/fragolepanna/

Daniela del Blog:
http://maninpastaqb.blogspot.it/

Enza del Blog:
http://lericettedimammaanatina.blogspot.it/

Maria Grazia del Blog:
http://untavoloperquattro.blogspot.it/


lunedì 30 maggio 2016

Pomodori tondi ripieni di Cous cous!

Adoro il Cous Cous e lo utilizzo almeno una volta a settimana al posto dei primi piatti alternandolo quindi al riso, alla pasta ed ai cereali.
In una precedente ricetta avevo farcito i peperoni, visibili qui:
http://barbapasticcetti.blogspot.it/2014/06/peperone-ripieno-di-cous-cous-e-tonno.html
Stavolta è toccato ai miei amati pomodori!


Ingredienti:
4 pomodori tondi
1/2 bicchiere di Cous cous precotto e pronto in 5 minuti, nel mio caso
1 decina di olive denocciolate
1 zucchina romanesca
2 cucchiai di melanzane sott'olio tagliate a julinenne
olio evo q.b.
sale fino q.b.
1/2 bicchiere di acqua
prezzemolo fresco tritato q.b.
basilico fresco tritato q.b.
porro fresco tritato q.b.

Procedimento:
Lavare i pomodori ed asciugarli quindi tagliare la calottina tendendola da parte senza staccare il picciolo.
Svuotare i pomodori con un cucchiaio quindi lavarli di nuovo per eliminare eventuali semi rimasti dentro.
Asciugarli bene, oliarli, salarli, cospargerli con prezzemolo, basilico e scalogno tritati.
Cospargere anche le calottine con lo stesso trito salando ed oliando anche queste.
Ricomporre i pomodori coprendoli con le rispettive calottine quindi cuocerli in forno.
Nel frattempo preparare il condimento per il cous cous, tagliare a piccoli pezzetti sia la zucchina che le melanzane scolandole leggermente dall'olio ed a rondelle le olive nere.
Cuocere il tutto in un pentolino oliando e salando quindi spegnere e cuocere il cous cous in mezzo bicchiere di acqua salata appena subito dopo averla portata a bollore ed aver spento il gas.
Aspettare cinque minuti che si gonfi il cous cous quindi versarvi il condimento ed un cucchiaio di olio mescolando bene.
Quando i pomodori saranno cotti, riempirli con il cous cous, coprire con le caolottine e servire tiepidi.
Immagine presa dal web!

giovedì 26 maggio 2016

Zuppa di fave, piselli e guanciale!

Poichè il tempo non si è ancora del tutto stabilito sul caldo (per mia grande fortuna vista la mia poca sopportazione della calura estiva) ne ho approfittato per fare una zuppetta.
Sotto suggerimento della mamma di Blade, cuoca provetta!
Ed ho fatto anche la rima...

Ingredienti:
fave fresche pulite del picciolo e del guscio, q.b.
piselli freschi q.b.
guanciale q.b.
porro q.b.
olio evo q.b.
sale fino q.b.
acqua q.b.
concentrato di pomodoro  q.b.

Procedimento:
In un tegame largo versare olio evo sul fondo quindi rosolare il porro tagliato sottilmente, aggiungervi poco dopo il guanciale tagliato a dadini, i piselli e le fave ed il concentrato di pomodoro.
Far cuocere,a fiamma bassa, un paio di minuti girando spesso quindi aggiungervi acqua portata ad ebollizione precedentemente, fino a coprire il tutto.
Chiudere con il coperchio e far cuocere, mescolando di tanto in tanto controllando se vi sia bisogno di aggiungere altra acqua qualora si restringa troppo.
Salare solo verso fine cottura e decidere se lasciare più o meno brodosa la zuppetta.
Servire bella calda magari accompagnata da crostini di pane.

Immagine presa dal web!

lunedì 23 maggio 2016

Cuore dolce al cocco ed al rhum!

Tempo fa per provare un nuovo stampo in silicone acquistato online, ne ho approfittato per fare un dolcetto!
Ed ecco qui questo goloso cuore che si siamo spazzolati per diverse colazioni, gnam!

Ingredienti:
3 uova medie
125 gr di yogurt al cocco
300 gr di zucchero semolato
350 gr di farina 00
50 gr di farina di cocco
1 bustina di lievito in polvere per dolci
1/2 bicchiere di latte
1 bicchierino da liquore di Rhum

Procedimento:
Accendere subito il forno regolandosi con le caratteristiche del proprio, nel nostro caso 170° forno elettrico statico con funzione tutto ventilato, il dolce verrà messo sulla seconda griglia partendo dal basso.
In una ciotola capiente utilizzando le frustine elettriche sbattere le uova con lo zucchero ed aggiungervi lo yogurt.
Sempre sbattendo aggiungere la farina con il lievito setacciandoli ed il latte quindi sbattere sino ad ottenere un composto senza grumi.
Versare la farina di cocco ed il rhum e mescolare con un cucchiaio.
Versare il composto in uno stampo, infornare e lasciar cuocere sino a completa cottura, nel nostro caso circa 45 minuti.

Nella fotografia sottostante potete vedere lo stampo che ho utilizzato!


giovedì 19 maggio 2016

Mezze maniche con coda di rospo e cozze!

Oggi nella Barba cucina c'è il mio mitico Blade.
Quando sa che un piatto mi piace tanto, è sempre felice di prepararlo, soprattutto nei weekend quando è più libero!
E' una persona fantastica anche per questi piccoli ma grandi gesti per me.

Ingredienti:
mezze maniche
acqua
sale grosso
coda di rospo (nel nostro caso congelata e già pulita)
cozze (congelate, già sgusciate e pulite)
pomodorini pachino
aglio tritato
prezzemolo fresco tritato
olio evo
sale fino
vino bianco
peperoncino fresco

Procedimento:
Tritare finemente l'aglio e metterlo a soffriggere in una padella assieme all'olio evo, i pomodorini pachino tagliati a metà e privati dei semini ed al peperoncino tagliato a metà.
Aggiungervi quindi la coda di rospo tagliata a dadini ed il prezzemolo fresco tritato.
Far cuocere a fiamma moderata con coperchio leggermente aperto, quel tanto per far formare un poco di vapore acqueo.
Verso fine cottura aggiungere un bicchierino di vino, lasciarlo sfumare ed infine salare.
Cuocere la pasta in acqua in cui sarà stato aggiunto il sale grosso poco prima del bollore.
Un paio di minuti prima di fine cottura, scolarla ed aggiungerla nella padella con il condimento.
Amalgamare il tutto terminando la cottura della pasta e servirla ancora calda.

Immagine presa dal web!

giovedì 12 maggio 2016

Ciambellone bicolore con gocce di cioccolata di Mamma Giannetta!

Come altre volte scritto in questo blog, ringrazio mia Mamma per avermi insegnato tante cose in cucina, con il suo amore e la sua esperienza, mi ha trasmesso la passione di fare e di creare.
Come dico io di "pasticciare" e non la ringrazierò mai abbastanza per il tempo che mi ha sempre dedicato nell'insegnarmi e perchè no anche nel lasciarmi sbagliare.
Questa è la ricetta che sul mio quadernone degli appunti, ho denominato:
"Ciambellone di casa" e sta a significare che è quello che si tramanda da nonna a madre a figlia, ricco di sapore, ricordi e di calore familiare, per me rappresenta la perfezione!
Questi che vedete in foto li ha fatti Lei ed erano ovviamente buonissimi. TVB Mamy!

Ingredienti:
500 gr di farina 00 setacciata
300 gr di zucchero semolato
4 uova medie 
150 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente
1 bicchiere scarso di latte
1 bustina di lievito in polvere per dolci
cacao zuccherato 3 cucchiai
gocce di cioccolato q.b.
zucchero a velo q.b.

Procedimento:
Accendere subito il forno regolandosi con le caratteristiche del proprio (nel caso di mia mamma forno a gas a 180° il dolce verrà messo a cuocere al centro del forno).
Usare un robot, planetaria o se si usano le frustine elettriche prendere una ciotola bella capiente. Montare zucchero e uova, aggiungere il burro ammorbidito ottenendo così un composto omogeneo, aggiungere la farina ed il lievito setacciandoli ed il latte.
Montare tutto fino ad ottenere un composto mediamente denso.
Prelevare un terzo di impasto e versarlo in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato ed un altro terzo mettendolo in una ciotola, quindi nella parte rimasta nella coppa del robot, versare il cacao zuccherato e sbattere un paio di minuti per amalgamare il tutto.
Versare l'impasto col cacao nello stampo ed anche quello che era stato messo nella ciotola.
Cospargere con gocce di cioccolata.
Infornare per 45-50 minuti circa e quando cotto lasciarlo raffreddare nello stampo quindi prelevarlo e metterlo su un piatto da portata spolverizzandolo con zucchero a velo.


martedì 10 maggio 2016

Torta cuore ripiena di Crema Rocher: Auguri Mamma!

Era da tempo che volevo provare la Crema Rocher e per la Festa della Mamma appena passata finalmente l'ho realizzata!
Il risultato? Strepitoso, credo che per ora sia una delle creme più buone mai mangiate, sarà perchè adoro i cioccolatini Ferrero Rocher, ma non ditelo troppo in giro...
Auguroni Mamme del Mondo!


Ingredienti per il Pan di Spagna: 
4 uova medie intere
150 gr di zucchero semolato
150 gr di farina 00 setacciata
la punta di 1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci

Procedimento:
Accendere subito il forno regolandosi con le caratteristiche del proprio (nel nostro caso 170° forno elettrico statico tutto ventilato, il Pan di Spagna verrà messo a cuocere in uno stampo sulla seconda griglia partendo dal basso).
In una ciotola sbattere per 15-20 minuti con le frustine elettriche lo zucchero con le uova, nel mio caso ho utilizzato la Planetaria.
Alla fine di questo tempo, il composto dovrà risultare molto spumoso.
Aggiungere poco per volta tutta la farina setacciata ed incorporarla per bene con una spatola con movimenti dal basso verso l'alto, molto delicatamente fino al completo assorbimento.
Aggiungere il lievito sempre mescolando fino al completo assorbimento.
Versare il composto in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato e metterlo in forno già caldo per 45 minuti circa.
Una volta cotto il pan di spagna lasciarlo 5 minuti in forno ancora caldo ma spento.
Toglierlo quindi dal forno e farlo raffreddare completamente prima di prelevarlo dallo stampo.
Ritagliare tutto il bordo intorno compreso il sotto ed il sopra in modo da lasciare completamente liscio il Pan di Spagna e togliere qualsiasi asperità o crosticina.

Ingredienti per la Crema Rocher:
150 ml di panna fresca già zuccherata da montare
200 gr di Nutella
90 gr di wafer alla nocciola
60 gr di nocciole pelate e tostate leggermente in forno

Procedimento:
Montare la panna abbastanza soda quindi aggiungervi la Nutella e mescolare con un cucchiaio delicatamente al fine di farle amalgamare entrambe.
Sbriciolare in un sacchetto i wafer quindi versarli nella crema.
Tritare non troppo finemente ma anzi grossolanamente le nocciole dopo averle tostate in forno con il grill e fatte poi raffreddare bene.
Aggiungere anche queste ultime al composto quindi mescolare con un cucchiaio.


Ingredienti per bagna e decorazione:
latte q.b.
cacao amaro o zuccherato a piacere (Nesquik anche va benissimo)
600 ml di panna fresca già zuccherata da montare
colorante alimentare in gel rosa
pasta di zucchero fatta in casa, vari colori

Procedimento:
Montare la panna abbastanza soda e metterla in frigorifero.
Tagliare in tre dischi il Pan di Spagna, io ho utilizzato l'apposito archetto ma va benissimo anche un coltello lungo seghettato.
Porre sul piatto da portata il primo disco quindi bagnarlo (senza eccedere lungo i bordi) con latte tiepido e cacao zuccherato mescolati bene assieme.
Versare sopra uno strato generoso di Crema Rocher quindi ripetere la stessa operazione con il secondo disco.
Infine bagnare dalla parte interna l'ultimo disco del Pan di Spagna, farlo aderire alla crema e ricoprire tutto il dolce con una parte della panna prelevata dai 600 ml totali montati.
Livellare bene il tutto, questa operazione l'ha fatta Blade che è davvero un mago a differenza mia!
Nella restante panna versare gocce di colorante alimentare in gel rosa e riprendere a montare affinchè si ottenga un colore uniforme.
Decorare a piacere con Sac a poche.
Nel mio caso ho usato un beccuccio a stella abbastanza grande.
Ricavare dalla Pasta di zucchero, le formine desiderate facendole aderire alla panna.
Nel mio caso ho fatto sempre con la Pasta di zucchero, a mano la scritta Auguri Mamma ed applicato ogni lettera e cuoricino sul vassoio da portata con la colla edibile.
La torta si conserva in frigorifero sino al momento della consumazione.

NB:
La ricetta della Crema Rocher l'ho presa da questo blog:
http://www.ricettedellanonna.net/crema-rocher/






PS:
Per la Pasta di zucchero invece cliccare qui:
http://barbapasticcetti.blogspot.it/search/label/Torte%20ricoperte%20di%20pasta%20di%20zucchero